Archivio

Archive for the ‘GNU/Linux’ Category

Unity (3D) e schede video nVidia

16 ottobre 2011 12 commenti

I possessori di alcune schede video nVidia, ad esempio la GeForce Go 7300, avranno notato che gli effetti 3D di Unity (la nuova shell per Gnome di casa Canonical) non funzionano correttamente. Si tratta di problemi che affliggono gli utenti nVidia su Ubuntu 11.04 e Ubuntu 11.10.

Nel mio caso (Ubuntu 11.10 Oneiric Ocelot e scheda video nVidia GeForce Go 7300) si avvia sempre e comunque una sessione di Unity 2D, nonostante si selezioni la sessione “Ubuntu” e non la “Ubuntu 2D”. Unity 2D funziona bene e, probabilmente, chi riscontra il medesimo problema, senza essere a conoscenza degli effetti di Unity, non se ne accorgerà minimamente. Per cominciare, ecco quindi come capire se si tratti davvero di Unity 2D:

Unity 2D

Unity 2D:

  1. La “Home della Dash”, il pulsante che apre la Dash di Unity, è opaca, non traslucente.
  2. Vi è un pulsante, nell’angolo in basso a destra, per ridimensionare la Dash.
  3. C’è un pulsante di chiusura nella stessa Dash.
  4. L’app switcher non è tridimensionale, ma si presenta come nell’immagine seguente:

app switcher

Vi sono altre differenze tra Unity 3D e 2D, ma quanto qui riportato dovrebbe bastare per riconoscere Unity 2D.

A questo punto, come fare per avviare Unity 3D? Bisogna, innanzitutto, trovare i giusti driver video. Riporterò i passaggi che ho seguito per risolvere il problema, testati su una scheda nVidia GeForce Go 7300 (spero validi anche per altre schede “problematiche”).

Ecco come ho risolto

  • Assicurarsi di avere il sistema aggiornato, tramite il gestore degli aggiornamenti o con i seguenti comandi da terminale:

sudo apt-get update && sudo apt-get upgrade -y

  • Aprire le “Impostazioni di sistema” e cliccare su “Driver aggiuntivi”.
  • Installare i “Driver grafici accelerati NVIDIA (aggiornamenti post-release) (versione 173-update)”
  • Riavviare.
  • Assicurarsi che si stanno utilizzando i driver appena installati, tramite i seguenti comandi da terminale:

glxinfo | grep vendor

glxinfo | grep render

  • Controllare che i comandi indicati restituiscano un output simile a quanto segue:

utente@hostname:~$ glxinfo | grep vendor
server glx vendor string: NVIDIA Corporation
client glx vendor string: NVIDIA Corporation
OpenGL vendor string: NVIDIA Corporation
utente@hostname:~$ glxinfo | grep render
direct rendering: Yes
OpenGL renderer string: GeForce Go 7300/PCI/SSE2
GL_NVX_conditional_render, GL_SGIS_generate_mipmap, GL_SGIS_texture_lod

  • Modificare il file /etc/environment per forzare l’avvio di Unity:

sudo gedit /etc/environment

  • Inserire quindi questa riga alla fine del file:

UNITY_FORCE_START=1

  • Fine: al riavvio della sessione, Unity dovrebbe funzionare al meglio.

N.B.: Prima di provare con i driver “173-update” ho effettuato diversi tentativi senza successo. Non so se i possessori di altre schede video nVidia possano risolvere installando gli altri driver proprietari proposti o i driver nouveau. Questo non è stato il mio caso, quindi se per voi è lo stesso, provate con i passi da me segnalati in questo articolo.

Annunci

Chat di facebook su protocollo Jabber/XMPP.

13 febbraio 2010 10 commenti

Scrivo questa guida per tutti coloro (amici e non) che intendono usare la chat di facebook fuori dal sito (e comodamente dal Desktop), usando un programma di messaggistica istantanea. Da un paio di giorni, infatti, Facebook usa ufficialmente il protocollo Jabber/XMPP per la sua chat. Cosa significa?

Significa che è possibile chattare utilizzando un qualsiasi client di messaggistica istantanea (che supporta il protocollo Jabber/XMPP), senza entrare su Facebook: è una bella comodità, soprattutto per chi vuole chattare con tutti i suoi amici (e ormai tutti sono su Facebook), ma non vuole sapere nulla della bacheca, di questa o quella pubblicità, di sondaggi, giochi e tutto il resto. Tra l’altro, un programma di messaggistica è senzaltro migliore della chat presente sul sito di facebook, o forse sarò io che reputo davvero penosa quella chat?!?

Ma veniamo a noi. Come usare la chat di facebook senza Facebook? È facile:

  1. Su Facebook, andate a modificare le vostre impostazioni account. Noterete che, oltre al vostro vero nome, potete scegliere un nome utente a piacere (per esempio io ho scelto clarintux).
  2. Scaricate ed installate un client di messaggistica istantanea che supporti il protocollo Jabber/XMPP. Ce ne sono tantissimi:

    Pigdin (disponibile per Linux, Windows e Mac).

    Psi (disponibile per Linux, Windows e Mac).

    Gajim (per Linux e Windows)

    Empathy (per Linux)

    Kopete (per Linux)

    Adium (per Mac)

    iChat (per Mac)

    Per una lista completa, guardate qui: http://xmpp.org/software/clients.shtml

  3. Il vostro ID Jabber sarà: nome_utente@chat.facebook.com
    Quindi avviate il vostro programma di messaggistica e create il vostro account, con le seguenti informazioni:
    PROTOCOLLO: XMPP
    NOME UTENTE: il vostro nome utente, appena scelto su Facebook
    SEVER (o dominio): chat.facebook.com
    PASSWORD: la vostra password di facebook

Fatto. Adesso potete chattare con gli amici di Feissbukk, senza entrare su Feissbukk. Potete chattare utilizzando il programma che più vi piace (ce ne sono a bizzeffe per Linux, Windows, Mac, Mobile Phone/PDA).

Sembra proprio che sia arrivata la fine di Microsoft Live Messenger…che dire? “Il mondo è fatto a scale, c’è chi scende e c’è chi sale”. A quanto pare, in futuro saranno sempre più le soluzioni open (come il protocollo XMPP) a salire, a scapito delle tecnologie chiuse. Non resta che sperare nelle video-chiamate e video-conferenze su facebook tramite il suddetto protocollo. Sarebbe anche la fine di Skype…

Come si chiamerà Ubuntu 10.10???

28 dicembre 2009 2 commenti

Ormai sappiamo che la prossima versione di Ubuntu (10.04) si chiamerà Lucid Lynx (Lince Lucida). Già sulla sezione “Sondaggi” del forum di Ubuntu-it si è aperta la caccia al nome di Ubuntu 10.10.

Ripassiamo i nomi delle versioni precedenti:

Ubuntu 6.06 = Dapper Drake

Ubuntu 6.10 = Edgy Eft

Ubuntu 7.04 = Feisty Fawn

Ubuntu 7.10 = Gutsy Gibbon

Ubuntu 8.04 = Hardy Heron

Ubuntu 8.10 = Intrepid Ibex

Ubuntu 9.04 = Jaunty Jackalope

Ubuntu 9.10 = Karmic Koala

Ubuntu 10.04 = Lucid Lynx

Quindi Ubuntu 10.10 avrà MM come iniziali. Le regole sono sempre le stesse: un nome di animale e un aggettivo. Vi propongo un po’ di nomi. VOTATE!!!  😉 😀 😀

Aprire e modificare pdf con OpenOffice.

28 dicembre 2009 6 commenti

È ormai risaputo che OpenOffice (credo dalla versione 3.0) permette di aprire e modificare i file pdf, i cosiddetti pdf ibridi.

Per chi ancora non lo sapesse (i soliti ritardatari…come me ;-)), i pdf ibridi sono dei file pdf dal “doppio formato”: possono essere visualizzati sia dal vostro visualizzatore di documenti pdf che da OpenOffice (Writer, Impress…). Per poter creare, visualizzare (con OpenOffice) e modificare i pdf ibridi, occorre aver installato l’estensione PDF Import della Sun.

Se avete Ubuntu installate il pacchetto openoffice.org-pdfimport:

sudo apt-get install openoffice.org-pdfimport

Poi aprite Writer per scrivere normalmente i vostri documenti. Salvate cliccando su “Esporta nel formato PDF“, presente sul menu File; noterete la casella da spuntare per creare il file pdf ibrido. Ecco una schermata:

Cliccate su “Esporta” e il gioco è fatto: avete il vostro pdf ibrido da poter visualizzare con un qualunque visualizzatore di PDF…e da poter modificare con OpenOffice. 8)

Da provare sicuramente!

Lettera aperta al Ministro Brunetta

26 dicembre 2009 3 commenti

L’Associazione per il Software Libero pubblica una lettera aperta al Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta.

Crediamo innanzi tutto che la Scuola Pubblica debba formare cittadini, non consumatori. Che essa abbia oggi il compito di diffondere la cultura digitale, non quello di promuovere l’utilizzo di specifici prodotti.

Il testo integrale lo trovate qui.

Come risolvere il problema del touchpad impazzito.

24 dicembre 2009 259 commenti

Mi è capitato di installare Ubuntu 9.10 (Karmic Koala) su un notebook Acer Aspire 5710 e riscontrare uno strano problema del touchpad: spesso il puntatore si muove a scatti e sfugge al controllo, si notano dei click casuali e assolutamente involontari, insomma sembra proprio un touchpad impazzito. Altre volte, quasi per contrappasso, il touchpad non funziona per nulla.

Il problema si presenta anche con altre distribuzioni GNU/Linux (ricordo di aver provato Mandriva). Nessun problema comunque con mouse PS/2, USB…

Fortunatamente si risolve facilmente, passando due parametri al kernel. Ecco come fare…


  1. Se la vostra distribuzione GNU/Linux (ad esempio Ubuntu 9.04 o precedenti) usa il boot loader GRUB:
    • Editate con i privilegi di amministrazione il file /boot/grub/menu.lst. Quindi, se avete Ubuntu, potete dare il seguente comando da terminale (che trovate su Applicazioni > Accessori > Terminale):
      gksu gedit /boot/grub/menu.lst

      State attenti a non modificare nulla nel file, ma limitatevi solo ad aggiungere “i8042.nomux” e “i8042.reset” nella riga “defoptions=“, come nel seguente esempio

      defoptions=quiet splash i8042.nomux i8042.reset

      Salvate e chiudete.

    • Date il seguente comando:
    • sudo update-grub
    • Riavviate il computer.

  2. Se la vostra distribuzione GNU/Linux (ad esempio Ubuntu 9.10 o successive) usa il boot loader GRUB2:
    • Editate con i privilegi di amministrazione il file /etc/default/grub. Quindi date da terminale:
      gksu gedit /etc/default/grub

      e modificate la riga defoptions come indicato di seguito (in grassetto)

      defoptions=quiet splash i8042.nomux i8042.reset

      Salvate e chiudete.

    • Date il seguente comando:
      sudo update-grub
    • Riavviate il computer

Fine. Adesso dovrebbe andare. 😀

Driver nVidia: finalmente una tregua.

9 novembre 2009 23 commenti

 

Non so quanti dei lettori e, soprattutto, dei possessori di una scheda video nVidia abbiano incontrato i miei stessi problemi ultimamente. Prima l’impossibilità di usare Compiz-fusion con il kernel 2.6.30, poi problemi del DKMS con kernel 2.6.31, e ancora problemi (che non ho approfondito) nel caricamento del modulo nvidia…come potete vedere da queste righe del file Xorg.0.log:

dlopen: /usr/lib/xorg/modules/drivers/nvidia_drv.so: undefined symbol: resVgaShared
(EE) Failed to load /usr/lib/xorg/modules/drivers/nvidia_drv.so
(II) UnloadModule: “nvidia”
(EE) Failed to load module “nvidia” (loader failed, 7)

Insomma alcuni possessori di schede nVidia avranno desiderato una tregua.

E la tregua (almeno per me) è arrivata! Grazie alla versione 190.42 dei driver proprietari, reperibile sul sito ufficiale:
http://www.nvidia.com/object/linux_display_ia32_190.42.html

Installiamo, al solito, seguendo questi passaggi:

  1. Spostarsi nella console tty1, tramite la combinazione di tasti Ctrl-Alt-F1.
  2. Chiusura del server grafico. Se avete Ubuntu:

    sudo /etc/init.d/gdm stop

    Se non avete Ubuntu o non usate GDM, adeguate il comando.

  3. Installazione dei driver nVidia:

    sudo sh /path/to/NVIDIA-Linux-x86-190.42-pkg1.run

    dove a /path/to va sostituito il percorso in cui risiedono i driver scaricati.

Bene! Abbiamo installato i driver e siamo pronti ad utilizzarli. Non ho notato problemi di sorta e anche Compiz-fusion va alla grande. Ecco i risultati di glxgears con la mia Geforce Go 7300:

4103 frames in 5.0 seconds = 820.547 FPS
4116 frames in 5.0 seconds = 823.184 FPS
4101 frames in 5.0 seconds = 820.159 FPS
4114 frames in 5.0 seconds = 822.793 FPS
4107 frames in 5.0 seconds = 821.372 FPS
4100 frames in 5.0 seconds = 819.977 FPS