Archivio

Archive for the ‘Bufale e truffe’ Category

L’agghiacciante caso di Aysha.

25 settembre 2009 12 commenti

Non avrei mai pensato di inaugurare questo blog con due articoli riguardanti l’ex medico Tullio Simoncini e le sue presunte cure, ma ritengo la situazione molto tragica e, sebbene io possa dare solo un piccolissimo contributo, voglio partecipare (nel mio piccolo) a fare un po’ di informazione.

Voglio parlarvi del drammatico caso di Aysha, una ragazza con un tumore mammario che decide di affidarsi a Tullio Simoncini. Vi parlerò di questa storia riprendendo e riassumendo quanto potete trovare qui:

http://medbunker.blogspot.com/2009/03/che-male-vuoi-che-facciaii-parte.html

Ricordiamo che Simoncini NON è un medico, dato che è stato radiato dall’albo dei medici (oltre ad essere stato condannato per truffa e omicidio colposo), e “pensa” di curare il tumore con il bicarbonato di sodio. Il bicarbonato!!! Ricordiamo che Simoncini, dopo essere uscito grazie all’indulto, continua liberamente a ricevere pazienti (ovviamente non potrebbe farlo), facendosi anche pagare profumatamente.

Aysha era una donna sarda, madre di una bambina piccola, che aveva già subito un intervento per un tumore mammario. Dopo aver avuto una recidiva, si rivolge al forum di aerrepici, un sito gestito da sedicenti “naturopati“, i quali le consigliano di rivolgersi indovinate a chi?…si, proprio a lui: Tullio Simoncini. La povera ragazza contatta l’ex medico e, nonostante le distanze (Simoncini è romano) e la figlia piccola, decide di seguire la “cura” da lui prescritta, ovvero 20 giorni di bagni termali e flebo di bicarbonato di sodio. Questo è il post di Aysha su quel dannato forum:

Mi ha prescritto subito 20 giorni di bagni termali e contemporaneamente le flebo di bds per proteggere gli altri organi. Per me che sono sarda ed ho una bimba piccola, non e’ stato facile organizzare la permanenza nel lazio per un periodo cosi’ lungo ma l’ho fatto e la scorsa settimana alla seconda visita il medico mi ha detto che la terapia sta funzionando in quanto l’infiammazione si e’ ridotta e le punturine che seno sulla pelle, sono un segno positivo.

Quindi il bicarbonato sta funzionando? Siiiiiii…mmm…ma anche no! Infatti:

Ho cominciato il terzo ciclo di flebo ma da ieri sotto l’ascella sento due pallini della grandezza di una capocchia di spillo ma sono proprio sottopelle e questa cosa mi ha davvero demoralizzata anche perché non vedo miglioramenti e l’area arrossata si e’ estesa anche al seno sinistro.

La ragazza parla con un medico che ovviamente cerca di fale capire che è un comportamento incosciente quello di non volersi sottoporre ad una terapia: Aysha doveva sottoporsi a chemioterapia o ad una terapia di anticorpi monoclonali o a una radio superficiale. Il medico le dice anche che è normale che l’infiammazione regredisca con i bagni termali, ma ciò NON costituisce un segnale di miglioramento: la malattia avanza internamente…
La ragazza continua a scrivere su quel dannato forum e i “naturopati” le rispondono:

Per i gonfiori ascellari: sono sicuramente i linfonodi che si sono ipertrofizzati (espansi – aumentati di volume) perchè stanno lavorando senza tregua a smaltire (è il loro compito – la loro funzione – nell’organismo) le scorie di candida eliminate dal bicarbonato: tra qualche tempo – esaurito questo superlavoro – si normalizzeranno ed il peggio sarà scongiurato.

Come se non bastasse, i sedicenti “naturopati” le propinano il solito attacco alla medicina ufficiale:

Veronesi & C. non sapranno curare il cancro, ma meriterebbero il Nobel della faccia tosta…Sappi che non si parla MAI di guarigione dal cancro….Questo è ciò che i gaglioffi dell’oncologia ti possono promettere. Tutto il resto sono chiacchiere.
Il tuo caso non è grave, dal nostro punto di vista. I consigli che ti hanno dato qui sono buoni e anche gli integratori che prendi.

Un genere di attacchi che non manca mai. In effetti lo scrivono ben chiaro sul loro dannato sito:

La medicina è un sistema così marcio, così immorale, così antiscientifico, che non credo sarà mai possibile riformarla. Rimane solo la possibilità di eliminarla completamente e di costruire qualcosa su basi nuove.

Nel frattempo, per favore, ti prego, non andare dal medico…

Ci sono parole per definire questi esseri? Non solo cercano di allontanarla dalle cure serie, ma le consigliano anche di allontanarsi da amici e parenti (o almeno di non parlare con loro):

PER EVITARE SCONVOLGIMENTI PSICOLOGICI E DESTABILIZZANTI, NON PARLARE PIU’ CON LE TUE AMICHE O I TUOI PARENTI DELLE CURE CHE STAI FACENDO

Chissà perché le danno questo consiglio?!?…

La ragazza continua a scrivere sul dannato forum e i “naturopati” continuano a darle consigli (“prendi questo intruglio, aggiungi questa vitamina”, eccetera). Fino a quando Aysha non incontra Simoncini: a questo punto, l’ex medico le ha assicurato che la malattia e’ ferma. Infatti Aysha scrive sul dannato forum:

Lui deduce che la malattia e’ ferma in quanto avendo gia fatto 4 cicli di bds e non essendoci metastasi prima di cominciare le flebo, a maggior ragione esclude metastasi ora. Mi ha solo visitata, tra l’altro in 5 minuti perche’, sbagliando aveva fissato 2 appuntamenti contemporaneamente a me e ad una signora straniera. Alle mie perplessita’ mi ha risposto ” signora mia, che je faccio, l’importante e’ che la malattia non se ne vada in giro”. Le punturine che io sento sulla pelle sono un segno positivo di reazione e secondo lui l’infiammazione e’ diminuita. Tutto questo al tatto ed alla vista. Ti ripeto, mi ha prescritto altri 3 cicli e mi ha prospettato (forse) l’inserimento di cateteri nelle mammarie.

Altro che malattia ferma!!! Dopo 20 giorni, ad Aysha affiorano delle “escrescenze” e la zona arrossata dell’ipocondrio diventa sempre più vasta, i linfonodi dell’ascella destra le danno un po’ di fastidio. Dopo pochi altri giorni, la pelle presenta delle “ulcere” chiuse, protuberanze, brugolette e la chiazza rossa all’ipocondrio dilaga.
A questo punto, Aysha comincia a dubitare del “metodo” del bicarbonato:

mi aveva visitata meno di 1 mese fa e qualcosa gia’ si notava. In quella occasione mi disse che la malattia si era fermata e che non sarebbe progredita (nonostante avessi fissato un regolare appuntamento, mi ha vista 5 minuti perche’ era impegnatissimo)…in ogni caso, come ho gia’ detto, mi dovra’ rivedere fra una decina di giorni. Il mio modestissimo parere e’ che il bds non e’ servito…..

I “naturopati”, a questo punto consigliano dei cataplasmi di ortiche e ricotta…
Ovviamente non funziona e Aysha incontra di nuovo Simoncini e riscrive sul forum:

Dopo 7 cicli di bds la situazione e’ drammatica. Le “ulcere” (sono ancora chiuse) non sono un buon segno ma anzi la malattia e’ in progressione……..ve la faccio breve, l’unico “tentativo” e’ togliere le protesi mammarie ed inserire dei cateteri sottopelle per TENTARE di bloccare la malattia, per TENTARE una bonifica……….decisione da prendere nel giro di pochissimi giorni ed intervento che costerebbe intorno ai 10.000,00 euro. Se le ulcere si aprono e si instaura un’infezione, e’ finita…………..

Allora anche Simoncini si è accorto che la malattia non si era fermata. E i “naturopati” si accorgono che non si trattava di funghi (ricordate che per Simoncini i tumori sarebbero dei funghi?) ma si trattava di altro. Anzi no, ecco le parole del capo naturopata:

E’ il classico tumore-fungo. Bisogna anche precisare che Aysha NON ha fatto la terapia Simoncini; ha solo fatto le flebo di BCS e niente infiltrazioni o cateteri. Inoltre Simoncini si era proposto di trovarle un posto in un ospedale per fare gratuitamente l’operazione da 10.000 euro.

Gratuitamente? Ma quando mai?!?…

…MAI e in nessun momento mi e’ stato proposto l’intervento gratuitamente.

[…]

Io mi sono completamente affidata a lui fin dall’inizio ed ho seguito alla lettera tutto cio’ che mi ha prescritto

[…]

Oggi purtroppo capisco che nonostante le sue parole “stia tranquilla che io la aiuto” credo che non avesse la minima idea di come trattare il mio caso. Non e’ forse vero che un mese fa mi disse che la malattia era ferma e che potevamo prolungare con altri 3 cicli di flebo prima di iniziare le infiltrazioni?

Arivano quindi i dubbi su Simoncini:

Simoncini non ha mai visto un mio esame, neanche quelli del sangue (me li avevo portati ma non li ha guardati) e neanche me ne ha prescritto. La sua “visita” consisteva sempre, e cioe’ tutte le 4 o 5 volte che ci sono andata (ho perso il conto tanto sono state brevi) nel guardare la pelle. Guardare e basta.

Interviene sul forum un’altra ragazza, ricordando il trattamento subito da sua sorella da parte di Simoncini. L’atmosfera si surriscalda e i “naturopati” abbandonano l’atteggiamento amichevole e suadente per diventare aggressivi e violenti. Dal forum spariscono diversi post della ragazza paziente di Simoncini e cominciano le censure (cancellate 5 pagine di messaggi). I post della ragazza sono cancellati di continuo, censurati, fino a quando…:

Purtroppo ci sono persone che sputano in faccia a chi cerca di aiutarle. Ci sono persone che non riescono a farsi aiutare e persone che non meritano di essere aiutate.

Aysha, sei bannata.

Così sulla ragazza e sul caso, cala il silenzio…

Dopo essere stata ingannata, sottratta alle cure, umiliata e bannata, Aysha purtroppo muore.
Ma è solo colpa della sua malattia? Ovviamente no! Uno schifo…c’è poco da dire.

Questo articolo è stato tratto da:
http://medbunker.blogspot.com/2009/03/che-male-vuoi-che-facciaii-parte.html